Finta cheescake con yogurt & frutta fresca

Siete pronte ad una ricetta veloce, fresca e golosa? Ho chiamato questa torta, “finta cheescake” perché non contiene formaggio, ma è composta solamente da yogurt e frutta fresca. Perfetta per le serate estive!! La gelatina è facoltativa, se avete poco tempo a disposizione potete farcirla con alcuni pezzetti di oreo in superficie.
Vi lascio al procedimento!

INGREDIENTI:

Base: 300g di biscotti oreo – 70g di burro

Crema: 2 banane semi mature – 340g di yogurt greco – 1 cucchiaio di maizena

Gelatina: 5 pesce mature – Mezzo cucchiaio di maizena – 30g di zucchero

PREPARAZIONE:

1. Partiamo dalla base, è semplicissima da realizzare ma servirà un po’ di pazienza; Sciogliete il burro a bagnomaria. Andate a dividere i biscotti oreo dalla loro crema e riponetela in una ciotola capiente. In un mixer andate a ridurre In briciole i biscotti. Una volta fatto questo passaggio prendete il burro e unitelo ai biscotti, lavorate il tutto fino a che il burro non venga completamente assorbito.
Prendete una tortiera a cerniera, foderategli il fondo con la carta forno e versateci il composto, compattatelo bene formando uno strato uniforme. Riponete la base in frigo.

2. Passiamo alla farcitura. Unite semplicemente lo yogurt greco e la maizena alla crema degli oreo, amalgamante e incorporate le banane una per volta lavorando il composto con le fruste elettriche fino a quando non diventa omogeneo. Andate a creare il secondo strato della torta e riponetela in congelatore.

3. Per creare la finta gelatina, iniziate pulendo le pesche e riducetele a pezzetti. Ricopritele con lo zucchero e la maizena e schiacciatele con una forchetta. Versate il succo in una casseruola e a fuoco medio-alto portatelo ad ebollizione, fatelo leggermente raffreddare e frullatelo fino ad ottenere un composto liscio. Versatelo nella tortiera per formare l’ultimo strato.

4. Mettetela in congelatore per almeno sei ore in modo tale che si solidifichi. Prima di servirla tiratela fuori sempre mezz’oretta prima.

 

Leave a Reply